Siena

 

On the top of Porta Camollia (one of the doors in the walls of the city) we find the statement ‘Cor magis tibi Sena pandit’  i.e. ‘Siena opens its heart – that is bigger [than the door you are crossing] – to you’;  And that’s completely true.
Honestly, I don’t like living in Siena: it’s a place in which I have to stay but I’d rather spend my life somewhere else. But everyone must admit that the city is simply amazing and beautiful. A masterpiece.
I picked the city in which I currently live to close this damn 2015 here in the blog.
In the pictures you will find Siena during a beautiful sunny day of late October.
My plans for 2016?

  1. Gym. I have to go to this damn place called gym. I really have to. Apparently you need more than bones to live as a proper human being.
  2. Norwegian. Going to Florence and enroll in this amazing private school for modern languages and finally learning Norwegian. I will study German in 2017.
  3. M.A. Let’s not forget that this is my last year in the M.A. in Linguistics and well, I have to write a thesis and finish my exams and OMG SO MANY THINGS TO DO.
  4. Thinking positively. Yeah, easy peasy.
  5. Travelling more and better. Iceland, Japan, Argentina!? Can you hear me?
  6. Being happy, full of Light and mindful.

And what about you?
I wish you an amazing, stunning, lightful and ‘happyful’ new year!
Versione italiana

Ho deciso di parlare di Siena proprio perché rappresenta un punto di arrivo e di partenza; un punto dal quale voglio scappare al più presto e un punto verso il quale sono stato sospinto con forza. Nonostante non sia il mio luogo preferito al mondo, si rivela essere un mio luogo importante. Come è scritto su Porta Camollia: Cor magis tibi Sena pandit (Siena ti apre un cuore ben più grande [della porta che stai attraversando]).
E (forse) è vero. O forse Siena insegna ad aprire ‘grandemente’ il cuore.
Colgo l’occasione di scrivere qualche buon proposito per l’anno che verrà.
Ho deciso di:

  1. Andare in palestra. Mangiare di più, mangiare meglio, fare yoga, fare esercizio, eliminare qualche paura, qualche vergogna.
  2. Andare in una scuola di lingue e imparare per bene questo benedetto norvegese. E tanto che ci sono prendere pure qualche diploma di francese e spagnolo. Torneremo sul tedesco nel 2017.
  3. Finire la magistrale ed essere finalmente proclamato dottore magistrale in ‘Linguistica’ e bonanotte ar secchio.
  4. Pensare positivamente al mio futuro (non solo accademico).
  5. Viaggiare di più e viaggiare meglio. Già vi dico che Islanda e Giappone sono le destinazioni che più mi frullano in testa.
  6. Essere felice, luminoso e sereno.

E voi che buoni propositi avete?
Intanto io vi auguro un nuovo anno super-mega-ultra fantastico!

 

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s